Nuovo lavoro online

Ho deciso di mettere su questo blog per invogliare le persone come te a prendere una decisione molto importante, una decisione che potrebbe cambiare radicalmente il tuo modo di vedere le cose, soprattutto per quanto riguarda il mondo del lavoro.

Che tu sia un impiegato o un operaio, la differenza sostanziale sta solo nel tipo di movimento che andrai a compiere nell’arco della tua giornata lavorativa. Ma quello che non cambia, è il fatto che tu non stai lavorando per te.
In realtà tu stai vendendo il tuo tempo e nel momento in cui tu vendi il tuo tempo, stai vendendo la tua vita. Gli anni migliori della tua vita che non torneranno mai indietro.

Prova a dare un’occhiata in giro e fare un resoconto di quante persone sono realmente felici della vita che stanno facendo. Io non credo che tu ne troverai molte. Bisogna ammetterlo, l’italiano medio non fa una vita eccezionale; questo già dai tempi della scuola, in cui i genitori ci inculcano in testa convinzioni del tipo: “se vuoi avere successo nella vita, devi trovarti un posto fisso”, “la sicurezza è tutto”, “ti devi laureare”.
Già, il posto fisso…ma pensaci bene, è poi così sicuro oggi il posto fisso? Sarai comunque sempre nelle mani di un datore di lavoro, che un giorno potrebbe anche decidere di rimpiazzarti o di chiudere i battenti e andarsene in Brasile. Si rischia di più a cambiare e osare qualcosa di diverso, magari di tuo o a restare fermi e fossilizzati nel fantomatico posto fisso?

La maggior parte degli amici laureati che conosco, sono tutti arrabbiati e sclerati perché non hanno mai tempo per se stessi.
A meno che tu non abbia deciso per vocazione di fare il medico per aiutare le persone e in tal caso tanto di cappello e massimo rispetto, il resto delle facoltà, il più delle volte ti porta ad essere ancora una volta un dipendente, senza la libertà che in fondo tutti sognano.

Già perché è proprio questo il punto su cui volevo arrivare. Cos’è che alla fine tutti sognano? La Libertà.
Il potersi permettere ad esempio di decidere quando lavorare e per quanto tempo…e dove lavorare! Non piacerebbe forse a chiunque poter lavorare da casa? O magari al parco? O ancora meglio al mare sulla passeggiata!

Questa non è utopia, attualmente abbiamo a disposizione uno strumento che ci permette di fare tutto questo. Ed è internet!
Il web ci dà una marea di opportunità…tante che tu non immagini neanche, soprattutto se ti sei appena interessato a quest’argomento. Allora ecco che diventa realtà l’immagine di te con un bel portatile in mano che lavori all’aria aperta.

In questo blog voglio mostrarti quali sono tutti gli strumenti che ti danno la possibilità di avviare la tua attività online e di gestirla come meglio credi; da affiancare magari al tuo lavoro offline, di modo che con il tempo, tu possa permetterti di scegliere se diventare padrone di te stesso. E credimi non serve di sicuro una laurea in tutto questo.
Ci vuole solo un po di buon senso nel capire quali sono le truffe e le stupidaggini da non seguire assolutamente e sicuramente una buona dose di auto-disciplina. Ovviamente non puoi aspettarti di premere un bottone e che tutto sia automatico. Questo nuovo lavoro, è un lavoro vero e ci vuole impegno nel gettare le basi per il tuo futuro.

Fammi sapere cosa ne pensi. Lascia il tuo commento.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.7/5 (3 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Approfondisci

Sviluppo di contenuti online, seo, progetti interattivi multimediali per il successo di un business online

In questo articolo vediamo perché i progetti interattivi multimediali, lo sviluppo di contenuti, e l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO), vanno di pari passo con il successo di un business online.

Non finirò mai di stupirmi nel vedere la mole di denaro che ditte individuali e grandi aziende spendono per la realizzazione di un fantastico sito web. Hai presente quei siti che fanno apparire o sparire immagini e grafiche varie, hanno disegni rivoluzionari, incorporano suoni e musica, presentano tutti quegli oggetti in movimento ecc. Ehi, io sono altrettanto colpevole quanto te, piace anche a me navigare su questi siti!

La maggior parte dei proprietari di siti web vogliono offrire ai visitatori un’esperienza sul loro sito e pagano grandi cifre per assicurarsi di creare quella sorta di emozione e gratificazione; al tempo stesso hanno poi la speranza di far acquistare o scaricare ciò che il sito sta promuovendo.

Tuttavia molte persone e aziende, finiscono per ignorare quello che potrebbe essere l’ingrediente più importante per il successo del loro marketing su Internet. Essi sottovalutano l’importanza di progetti web che funzionano insieme all’ottimizzazione dei motori di ricerca di alta qualità e non riescono a capire il processo di ranking.

Ecco un piccolo esempio per farti capire di cosa sto parlando…Ho avuto riscontri da parte di dipendenti di società di interactive media che vendevano pubblicità video online, che hanno speso una quantità enorme di denaro per assumere ottimi progettisti e programmatori per migliorare il loro prodotto e renderlo ultra attraente per il pubblico, ma non hanno investito per ottimizzare il loro sito web per quel particolare target di riferimento. Così, mentre rimanevano seduti ad aspettare che utenti specifici trovassero miracolosamente il loro sito sul World Wide Web, un’altra società interattiva, con lo stesso prodotto ma un’ottimizzazione di qualità del sito web, ha fatto un sacco di soldi; di conseguenza l’azienda per cui lavoravano si trovava fuori mercato.

Unendo il talento artistico con complesse competenze tecnologiche, designer multimediali interattivi cercano sempre di trovare modi nuovi e inesplorati per agire sul codice e lavorare congiuntamente con i contenuti e gli algoritmi dei motori di ricerca, soprattutto essere aggiornati con i nuovi algoritmi. È fondamentale per ogni proprietario di un sito o blog personale o aziendale, prendere in considerazione l’importanza di un’eccellente ottimizzazione dei motori di ricerca, che determina la visibilità di un sito e di come si collocherà nelle directory dei più importanti motori di ricerca.

Non vi è alcuna garanzia o soluzione rapida per scalare la classifica, ma lo sviluppo di un gran design accompagnato da un buon prodotto di qualità per uno specifico target di riferimento (SEO) è la chiave del successo del marketing online.

Se desideri maggiori informazioni su come ottimizzarti correttamente online per il tuo target di riferimento, visita la sezione seo e traffico di questo sito, in particolar modo quest’articolo.

Lascia pure il tuo commento qua sotto e se ti è piaciuto l’articolo, condividilo su Facebook

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Approfondisci

Come Generare Rendite D’emergenza Online?

Questa è la grande domanda che migliaia di persone in tutta Italia si stanno ponendo in questo periodo di crisi e che in realtà si pongono da diversi anni a questa parte.

Ed ecco la risposta direttamente dalla scrivania di Valerio Conti, uno dei più strategici imprenditori del web e creatori di infoprodotti : Il sistema più rapido, facile, e affidabile che conosco per generare rendite d’emergenza online è il modello:

dell’esercito dei prodotti da 7 euro”.

Molti marketer hanno già svelato le fondamenta di questo modello di business, ma non sono mai andati oltre l’abc. Il risultato è che per la maggior parte delle persone questo sistema non ha mai funzionato,
o se ha funzionato è stato faticoso e poco profittevole.

Ho sentito dire ai guru questo per molto tempo:

“Non puoi guadagnare vendendo prodotti a basso costo”

Adesso rido di loro. Normalmente uno pensa, osserviamo cosa fanno i guru, quindi modelliamo il loro comportamento e facciamo le stesse cose.

In questo caso specifico fallirai.

Guru dopo guru, ti diranno tutti che non devi vendere prodotti Low-Cost, perchè in questo modo condizioni il cliente ad apprezzare e comprare prodotti solo a quella fascia di prezzo, e sopratutto li abitui a spendere poco.

Questo è TOTALMENTE falso. Al 100%. A noi interessa seguire la domanda di mercato, e le “leggi” dei guru del marketing non sempre la seguono.

I vantaggi di questo modello di business

La parte migliore del vendere brevi report low cost è che ottieni facilmente un’alta percentuale di conversione, inoltre, non è difficile creare questo tipo di prodotti. (la maggior parte dei prodotti di Valerio sono ampi meno di 20 pagine e si vendono per cifre comprese tra i 9,95 e i 39,95).

Ma oltre al potenziale di profitto, ci sono anche molte altre ragioni per voler creare questo tipo di prodotti…

  • Sono molto facili da creare; non ci vuole un gran lavoro per realizzarli.
  • Possono essere completati entro un paio di settimane, un paio di giorni, in alcuni casi anche una manciata di ore!
  • Non sono per nulla difficili da commercializzare e non è necessario perdere un sacco di tempo o investimenti per vedere le prime vendite
  • Sono particolarmente adatti per i nuovi marketers (con poca o nessuna esperienza) e sono anche facili generatori di profitto per i marketer piu esperienti
  • Ma soprattutto, ti consentono di ridurre al minimo il tuo rischio, specialmente in tempi di crisi.

Nel business tutto quello che conta sono 2 semplici cose: La tua capacità di gestire il tuo tempo e la tua capacità di gestire il tuo denaro. Tutto il resto è contorno. Tutto si riduce alla capacità di gestire sapientemente il denaro e il tempo a nostra disposizione affinchè si abbia un flusso di cassa positivo a fine anno

Il tempo è un bene molto prezioso, soprattutto se hai ancora un lavoro che ti occupa 5-9 ore al giorno.

E sappiamo anche che non tutti i nostri progetti saranno dei sicuri successi. Per la verità noi sappiamo già che il 90% dei nostri progetti saranno un completo flop.

Questa è la realtà contro cui dobbiamo sbattere.

Quindi, se investi tutto il tuo tempo e le tue energie (per mesi o anni) nella creazione di un ebook chilometrico o un super corso lunghissimo, sappi che c’è un altissima probabilità che si possa rivelare un disastro completo, e tu avrai perso tutto quel tempo e la tua energia in quel fiasco senza riuscire a ricavarci un solo euro.

D’altra parte, se tu avessi impiegato solo un paio di settimane per creare un Ebook molto più breve, anche se si fosse rivelato un fiasco, avresti potuto facilmente toglierlo dal mercato e sostituirlo rapidamente con un altro report, migliorato che magari affronta l’argomento sotto altre angolature.

Con questo approccio i rischi sono notevolmente ridotti e le possibilità di tirar fuori un vincitore aumentano notevolmente! Al 90% al terzo tentativo fai centro, e l’operazione ti ha richiesto poco più di un mese di testing.

La sfida è accettare la possibilità di fallire diverse volte. Ma per fallire diverse volte bisogna essere rapidi nella creazione dei nostri prodotti.

E’ meglio creare 10 brevi reports all’anno e aspettarti in anticipo che
2 di questi si rivelino dei fiaschi (il che significa che 8 di essi produrranno piccole rendite passive), piuttosto che ostinarti a creare uno o due immensi ebooks di 400-500 pagine nello stesso anno e rischiare di collezionare per entrambi 2 fallimenti.

E’ un gioco di numeri

Del resto, ci sono anche maggiori possibilità che uno di questi brevi prodotti possa diventare un best seller nel tuo settore se ne hai messo in campo 10, piuttosto che averne solo uno o due.

Ora, diamo un’occhiata al potenziale di profitto …

Se ognuno di questi 8 reports ti porta 1000 euro al mese (risultato più che realistico), i profitti possono alzarsi rapidamente. Se il tuo obiettivo è quello di raggiungere 100.000 euro il prossimo anno, hai una migliore possibilità di farcela con 8-10 reports da 1000 euro al mese ciascuno, invece di basarti su un solo grande ebook per fare 100.000 euro all’anno (quasi impossibile).

E … anche se tu ricavassi poche centinaia di euro al mese da ciascuno degli 8 reports (nelle nicchie più scarse e con poca domanda) questo sarebbe sempre molto meglio di ciò che molte persone stanno guadagnando online in Italia con metodi ormai obsoleti e ad alto
rischio (purtroppo ancora diffusi).

Ecco perchè il profitto da questi brevi report sarà assicurato anche in futuro…

  • Puoi offrire ognuno di questo prodotti come backend (followup) dell’altro
  • Puoi impacchettarli tutti insieme più tardi e venderli come prodotto singolo, con una brand differente, pensata per una fascia di prezzo diversa.
  • Puoi usarne alcuni (specialmente se non vendono così bene) come bonus per altri prodotti, per incrementare il valore percepito di questi
  • Puoi anche sfruttare un paio di questi prodotti a scopo puramente di lead generation (darli gratis ai visitatori in cambio dell’email, offrendoli ad altri tuoi competitors in cambio di visibilità, ecc. Il punto è che ti richiede una settimana o due per crearli, il che ti da molte più opzioni tra cui scegliere e maggior flessibilità)

E, per chi è ancora appassionato alla creazione di questi ebook giganteschi, perché non spezzarli in piccoli progetti e iniziare a venderli singolarmente man mano che li completi?

Per esempio, se vuoi creare la guida “definitiva” al “guitar marketing”, potresti iniziare creando un rapido report che tratti di “tecniche di vendita per chitarristi” e venderlo.
Poi ne crei un altro su “come sviluppare un prodotto” per questo target e piazzarlo sul mercato. E così via…

Alla fine, puoi impacchettarli tutti insieme o combinarli in un unico mega “pacco” e offrirli a un prezzo vantaggioso per quei tuoi clienti che desiderano tutto in un unico colpo. Il tuo tempo è speso molto meglio in questo modo. E … hai anche dei soldi che ti entrano mentre lavori ai tuoi progetti.

Questi piccoli prodotti sono molto più facili da creare, molto più semplici da lanciare, e non ti richiedono grandi investimenti di tempo, energia o denaro, inoltre riducono ogni tuo rischio al minimo.

In più, rappresentano forse il sistema più rapido per diffondere il tuo nome presso tutto il web, e per costruire una solida reputazione che ti darà maggior credibilità con ogni nuovo cliente aquisito.

Morale della favola? Puoi davvero fare seri danni con questi reports, a condizione che tu sappia come crearli

Una volta che hai appreso come fare, passerai dallo status di marketer a quello di “risolutore di problemi”. Ed ecco la novità. La gente di qualsiasi mercato odia i marketer. Le persone amano coloro che sono in grado di risolvere problemi.

Come creare brevi report di max 15/30
pagine e generare rendite d’emergenza
su internet in meno di 7 giorni

Tieni a mente questo: la tua capacità di generare denaro non dipende solo dal governo e dall’andamento dell’economia. Essa dipende principalmente dalla tua capacità di creare degli “asset” produttivi e che arrechino valore e benefici reali alle persone.

Ma soprattutto la tua capacità di produrre reddito dipende dall’abilità di prendere 3 ore della tua giornata e sfruttarle con il sistema che stai per imparare a questa pagina

Se ti è piaciuto l’articolo non dimenticare di condividerlo su Facebook!
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Approfondisci

Promuovere la tua attività online – 5 consigli pratici

Se hai creato il tuo sito o blog e stai aspettando con ansia di iniziare a fare soldi on line, la prima cosa che devi avere è sicuramente un sacco di traffico. Promuovere la tua attività online e generare traffico verso il tuo sito web può essere difficile e costoso, soprattutto quando si è ancora in fase di partenza nell’Internet Marketing.

 

 

Se hai un budget limitato, è necessario conoscere vari modi piuttosto economici per generare traffico mirato, in modo da ottenere risultati da quella parola chiave per il tuo sito.

La domanda è: Ci sono modi efficaci, facili e poco costosi per generare traffico? Sì, ci sono e voglio indicartene alcuni.

 

 

  • Creare strumenti virali: creare un report o un e-book che sia legato a ciò che offri nel tuo business on-line, e darlo via gratis. Inserire il tuo sito web o link al tuo programma di affiliazione o dei prodotti che stai vendendo in questo e-book. Puoi ottimizzare questa strategia, dando la possibilità ad altri webmaster o affiliati di distribuire a loro volta il report con il proprio URL. Dovrà esserci ovviamente un link da qualche parte nel report che punti di nuovo al tuo URL. Se si tratta di un Ebook molto utile, di buona qualità, verrà sicuramente distribuito da tutti su Internet e i link al tuo sito aumenteranno, che è quello che ti serve per ottenere più traffico.
  • Scrivere e distribuire un sacco di articoli: una delle migliori strategie per ottenere traffico al tuo sito o meglio blog, è attraverso la scrittura e la distribuzione di articoli online. Internet è un “luogo” enorme, e sarà necessario scrivere regolarmente e distribuire articoli, al fine di ottenere più link per promuovere la tua attività online.
    Su quale argomento è focalizzato il tuo business online? Quale nicchia di mercato? Cos’è che la gente vorrebbe sapere di più? Che cosa si può insegnare loro? È importante che i tuoi articoli forniscano informazioni utili e preziose. Gli editori e i proprietari di ezine (riviste elettroniche) apprezzano gli articoli di qualità con informazioni utili…e i tuoi verranno pubblicati se soddisferanno questo criterio. Nei tuoi articoli, includi un autore o un box alla fine e invita i lettori a visitare il tuo sito web. Mentre essi vengono distribuiti online, otterrai traffico mirato e il tuo posizionamento nei motori di ricerca sicuramente migliorerà, contribuendo ulteriormente a portare più traffico.
  • Forum: partecipare a forum e discussioni di settore, offrendo aiuto e rispondere alle domande può aumentare il traffico al tuo sito web. Questi forum sono ben indicizzati dai motori di ricerca e quindi la tua partecipazione su di loro aumenta la tua link popularity facendoti guadagnare traffico extra. La maggior parte dei forum consente ai membri di aggiungere la propria firma e URL e alcune dispongono di una sezione di pubblicità gratuita. Questo ti darà l’opportunità di promuovere la tua attività e anche d’interagire con gli altri incoraggiandoli a visitare il tuo sito web. Quali sono i forum che riguardano la tua nicchia o il tuo target di riferimento? Quali sono le loro regole e le normative per i messaggi e la partecipazione? Una volta che saprai questo, visita questi siti su regolarmente e offri un aiuto reale, rispondi alle domande e inserisci la tua firma con il tuo URL.
  • Scambiare link con altri siti: Avere alcuni link con altri siti web che trattano argomenti simili, può aiutare ad aumentare la link popularity del tuo sito web. Avrai bisogno di link commerciali con siti che offrono prodotti simili, ma non sono concorrenti diretti, cioè che non offrano esattamente lo stesso prodotto o servizio che offri tu.
    Sebbene i link a due vie siano di aiuto, quelli unici ancora più efficaci. È possibile ottenere un link unico partecipando a forum e scrivendo articoli come indicato sopra.
  • Pubblicare un ezine o offrire un corso via e-mail dal tuo sito web: gli utenti dei siti web apprezzano l’informazione libera e i suggerimenti. Avendo un’ezine sul tuo sito web, è possibile tenersi in contatto con i visitatori che altrimenti non tornerebbero al tuo sito. Questo costruisce il rapporto con i tuoi iscritti, che gradualmente diventano più sicuri di fare affari con te.
    In alternativa puoi anche offrire ai tuoi visitatori un piccolo corso e-mail, che sia in relazione a ciò che tratta il tuo sito web. È possibile strutturare il corso in modo che i tuoi iscritti tornino al tuo sito per il check-out. Questo genera visitatori abituali e alla fine questi abbonati verranno convertiti in clienti.

Chiaramente c’è un concetto base da ricordare per mettere in pratica molti dei consigli sopra elencati. Devi assolutamente avere o creare un lista d’iscritti.

Applica queste 5 strategie per aumentare il traffico al tuo sito web e promuovere la tua attività online.

Lascia pure il tuo commento qua sotto e se ti è piaciuto l’articolo condividilo su Facebook

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Approfondisci

I 3 modelli di business più popolari per fare soldi online

Lo sai che il 95% delle persone che iniziano una loro attività online falliscono? In mezzo a tutto il rumore e clamore che si trovano su Internet oggi, poche persone si rendono conto che tutte le idee e le tecniche che si possono trovare, sono inutili se prima non si comprende quale può essere il proprio modello di business o di come si ha intenzione di fare soldi su Internet. Anche la più straordinaria tecnica d’internet marketing non funziona se non si capisce come applicarla al proprio business.

 

I 3 modelli di business più popolari per fare soldi online sono:

1)  Affiliate Marketing
Forse il più popolare là fuori, il marketing di affiliazione offre un buon inizio soprattutto per i neofiti. Praticamente chiunque può iscriversi ad un programma di affiliazione gratuitamente e iniziare a promuovere il prodotto o il servizio scelto e le commissioni iniziano ad arrivare se qualcuno compra o partecipa ai programmi promossi. Gli affiliate marketers non hanno alcun rischio, in quanto non si paga per la realizzazione del prodotto, non si deve gestire un servizio clienti, non c’è bisogno di conoscere l’interno delle transazioni via Internet, come account commerciali, autoresponder (anche se questo può davvero fare la differenza), link reciproci, ecc. Si può anche lavorare con le affiliazioni senza avere un sito o blog.

Alcuni programmi di affiliazione richiedono un piccolo investimento iniziale, altri (quasi tutti) sono gratuiti. Non c’è da sorprendersi quindi che quasi tutti vogliano promuovere un programma di affiliazione piuttosto che un altro. Infatti, se vi è una sola ragione per cui oggi si sono moltiplicati così tanto gli annunci e banner su Internet, è a causa di programmi di affiliazione.

Sono milioni là fuori coinvolti nel marketing di affiliazione, ma solo il 5% guadagnano soldi e solo l’1% riesce a fare davvero tanti soldi. I “super affiliati“, così si chiamano, lo fanno in modo molto diverso dagli altri e quindi prendono il sopravvento.

2)  Scrivere un eBook o altri tipi di infoprodotti come audio e video
Questa è una grande strategia, perché ci sono migliaia di possibilità per ogni tipo di prodotto che si può creare. Ci sono così tante nicchie di mercato su cui scrivere. Si possono creare corsi di giardini giapponesi, su come iniziare la propria attività di baby sitting, su come vendere la propria arte, la cura delle orecchie del tuo cane… ci sono argomenti senza fine e molti che non sono ancora stati esplorati dal marketing online. Non è indispensabile scrivere le informazioni da soli, è possibile ricercare uno scrittore o assumere qualcuno per produrre un CD.

Gli autori di eBook dovranno investire più di quanto debbano fare gli affiliati. Mentre affiliati possono ottenere qualcosa per niente, lo stesso non vale per il tipo di attività eBook, dove c’è bisogno d’imparare molto più di quanto siano tenuti a fare gli affiliati. Hanno bisogno di spendere una certa quantità di denaro per un business attivo e funzionante. Tuttavia, se fatto bene, il profitto di questo modello di business online è molto più gratificante e sinceramente anche il mio preferito.

Questi marketers fanno più soldi perché producono molto ma hanno costi di manutenzione molto bassi. Una volta che il prodotto è realizzato, non costa un centesimo riprodurne migliaia di copie. I costi di start up possono essere coperti con la vendita di poche copie eBook ad altissimo margine. È anche possibile reclutare orde di affiliati per fare più vendite per te.

 

3)  Il modello AdSense
Questo modello ha preso letteralmente d’assalto il Web. Ci sono tonnellate di testimonianze di persone che hanno un reddito incredibile da AdSense.

AdSense è il programma pubblicitario di Google in cui i webmaster visualizzano gli annunci di Google dal suo elenco completo d’inserzionisti. Annunci testuali discreti vengono pubblicati nei siti che aderiscono al programma, i cui proprietari guadagnano una commissione ogni volta che qualcuno clicca sui link degli inserzionisti.

Google AdSense utilizza una tecnologia per fornire annunci che è molto importante per il contenuto di una pagina. Il motore di Google esegue la scansione attraverso il contenuto della pagina per determinare il suo argomento, per poi pubblicare annunci pertinenti ad esso. L’esecuzione di Google Adsense è abbastanza semplice. In primo luogo dovrai costruire un sito web o meglio ancora, creare un blog, ricco di contenuti della tua nicchia o argomento desiderato e quindi registrarti nel programma AdSense di Google. Una volta approvato dovrai incollare un codice in una o più pagine, e gli annunci iniziano ad apparire subito dopo aver caricato le modifiche al server.

Google resta in silenzio su come condivide le entrate per clic con i suoi partner, ma quanto potrai guadagnare per ogni clic dipende dal tema e dal prodotto pubblicizzato. I prodotti con margini di profitto di $ 10 per l’inserzionista, molto probabilmente ti daranno un pay per click più basso rispetto ad un prodotto con un margine di 100 dollari. Allo stesso modo, gli annunci con tassi di conversione elevati ti forniranno più profitti rispetto ad annunci meno efficaci, in quanto possono permettersi di pagare più dollari per click e una parte di quel denaro va a te.
Questi sono i primi 3 modelli di business per fare soldi online più popolari oggi. Indipendentemente dal modello che sceglierai, assicurarti di aver compreso le basi. Evita di acquistare corsi o informazioni non applicabili alla tua attività, ricorda che un sovraccarico d’informazioni può fermare prima ancora di iniziare…

Lascia pure il tuo commento qua sotto e se ti è piaciuto l’articolo, condividilo su Facebook.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Approfondisci

Usare PayPal per il tuo business online

Ogni giorno sempre più persone si avventurano nel mondo del business online e dell’Ecommerce, per poter vendere i propri prodotti e servizi su internet. Quando i commercianti si avventurano nella realtà online per la prima volta, possono rischiare di andare oltre le proprie conoscenze impiegando soluzioni troppo costose, troppo complesse o che hanno troppe caratteristiche rispetto a quelle di cui avrebbero realmente bisogno.

La buona notizia è che ci sono soluzioni che permettono ai marketer e ai commercianti online, soprattutto se alle prime esperienze, di avere l’opportunità di vendere i propri prodotti e servizi con molta meno difficoltà e minori costi commerciali.

In tal caso usare PayPal per il tuo business online offre soluzioni per un E-commerce o per un’altra attività online a seconda del modello di business, che si affacciano sul mercato la prima volta, dando l’opportunità di inserirsi nella realtà online e di averne i vantaggi senza rischi e difficoltà. Le persone devono seguire le precauzioni standard associate a queste soluzioni tipo PayPal, così da poter imboccare la strada del guadagno online.

Di seguito vedremo come tu, commerciante, dovresti prendere in considerazione PayPal per capire se possa funzionare o meno per te e come. Ecco almeno tre situazioni in cui usare PayPal per il tuo business online

  1. Basso volume di business sul tuo sito web e-commerce.
    Se non hai molte vendite sul tuo sito e in particolar modo se sono articoli dai prezzi contenuti, allora probabilmente considererai di usare una modalità tipo pay-as-you-go, tipologia di sistema di pagamento come PayPal. Di solito questa modalità di pagamento ha una maggiore percentuale di costo che incide sul commerciante. Talvolta può arrivare al 15% del prezzo dell’articolo che viene venduto online.
    Tipicamente gli account commerciali hanno una tassa mensile associata, che si venda o meno qualcosa online. Hanno anche una percentuale minore di costo che grava sul commerciante, cosi che per grandi volumi di transazioni, il commerciante finirà per risparmiare soldi grazie a questa soluzione.Una volta deciso quale tipo di account commerciale si vorrebbe creare, si dovranno determinare i costi associati a questo processo stimando il volume di vendite mensili. Per esempio, se ci si aspetta di vendere 15 articoli che costano mediamente 25€ ciascuno, si deve poi determinare quanto una società come PayPal richiederebbe come spesa e quanto un account commerciale standard costerebbe mensilmente, sempre basandosi sugli stessi valori di volume. Si scoprirà così che nell’esercizio di questo processo si raggiungerà un punto dal quale s’inizierà a guadagnare e nel quale si pagherà meno usando l’account commerciale in opposizione al sistema PayPal.
  2. L’e-commerce per te è un concetto nuovo.
    Se sei nuovo alla vendita di prodotti e servizi online, allora ha senso utilizzare una soluzione come PayPal per il tuo business online per gestire i pagamenti. In questa maniera non sei costretto in alcun contratto a termine e puoi smettere di usarlo in qualsiasi momento, nel caso in cui il tuo business non dovesse funzionare. In molti casi puoi fare ciò senza dover continuare a pagare tasse addizionali, come i costi mensili di servizio degli account commerciali. Con PayPal è semplice ricominciare nuovamente un processo online senza costi addizionali, nel caso in cui si desideri dare un’altra chance al proprio business online.
  3. Vendita di articoli su Ebay.
    Ebay è una delle più grandi piattaforme di vendita dell’Internet odierno; accetta pagamenti anche in altre modalità oltre a PayPal, ma ha fatto sì che risultasse meno complicato compiere le transazioni tramite Paypal rispetto alle altre tipologie. Ebay ha avuto cosi successo da comprare PayPal.
    Se esegui un numero ingente di transazioni tramite Ebay, ha molto più senso usare un account commerciale per risparmiare molti più soldi. Tuttavia il venditore medio di Ebay di solito non esegue un volume tale di transazioni da poter giustificare l’uso di un account commerciale, a meno che non stia già usando questo metodo per altri business online o modelli di business.

Diverse necessità richiedono diverse soluzioni per i commercianti online. Non esiste “una misura che stia bene a tutti”, una sola tipologia di soluzione…le soluzioni commerciali che funzionano per un commerciante online possono risultare disastrose per un altro. La cosa migliore che si possa fare è determinare il probabile volume di vendite che ci si aspetta e le proprie necessità e trovare quindi una soluzione che soddisfi tutto ciò al meglio. Per quelli che si lanciano per la prima volta nell’E-commerce e che non prevedono di generare grosse vendite, PayPal può essere una buona soluzione per poter cominciare.

Lascia pure il tuo commento qua sotto e se ti è piaciuto l’articolo, condividilo su Facebook.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Approfondisci